Opale

opale

Opale

L’opale è una gemma molto bella, la cui caratteristica è lo splendido riflesso cangiante e policromo. Una pietra di opale può racchiudere tutti i colori dello spettro solare, e generare magnifici bagliori di fiamma, rivelando una gamma ricca e suggestiva di riflessi, dal blu, al verde, al viola, al giallo oro, al rosso intenso. Si tratta di un minerale formatosi in seguito a periodi alluvionali che hanno dato origine a rocce sedimentarie con un’elevata concentrazione di silice, o talvolta in presenza di sostanze organiche calcificate. Il biossido di silicio, disposto con una struttura particolare, crea i giochi di colore e le rifrazioni caratteristiche di questa pietra, e gli spettacolari effetti iridescenti e tridimensionali. Le gemme di opale, possono cambiare aspetto, lucentezza e colore in base al diverso punto di osservazione, creando lampi simili a fiamme o luci cangianti.

 

Le caratteristiche dell’opale

A causa della sua conformazione, l’opale non possiede una composizione chimica o una struttura ben definite. Anche al termine della fase di solidificazione, il minerale presenta un rilevante contenuto di acqua, che talvolta raggiunge il 20% del suo peso. La pietra si distingue per i tipici riflessi colorati, un effetto definito appunto con il nome di opalescenza, dovuto ai raggi di luce che, penetrando all’interno della gemma, si rifrangono contro le microsfere di silicio e producono lampi iridati, riflessi a specchio e bagliori. Le colorazioni e i giochi di luce variano in relazione alla struttura della pietra stessa: se la struttura di microsfere è disordinata, si avrà l’effetto di una luce velata, dai colori pastello. Al contrario, quando le microsfere si dispongono in maniera precisa e ordinata, la rifrazione produrrà un magnifico effetto iridescente, spezzando la luce nel caratteristico spettro cromatico. E’ proprio dalla quantità, intensità e qualità della luce che l’opale viene valutata: l’opale nobile, che più di ogni altra possiede questo gioco di colore, è molto rara e può raggiungere anche quotazioni elevate. La gemma non possiede una durezza elevata, anzi, è molto delicata e deve essere trattata con cura, per evitare di graffiare la superficie o di provocare fratture e rotture. Per tale ragione è più adatta alla creazione di orecchini, spille e pendenti, che non sono particolarmente soggetti ad urti e abrasioni.

 

Le qualità di opale

Principalmente, l’opale è di due qualità: l’opale nobile e l’opale comune. La prima è, come si è detto, piuttosto rara, e e possiede una bellezza eccezionale, dovuta al fenomeno della rifrazione della luce in lampi iridescenti. E’ una pietra ricercata, e il suo valore è dato dalla colorazione, dall’intensità della luce e dalla possibilità di ammirare gli effetti cromatici da ogni angolatura. L’opale comune è invece molto più diffusa, non è  particolarmente ambita dai collezionisti, ma offre comunque un effetto estetico piacevole e suggestivo, grazie alla particolare luce perlata e ai colori tenui e delicati. Le qualità di opale, tuttavia, non sono solo queste due: esistono infatti tantissime altre varietà, alcune riconosciute a livello internazionale, altre identificate dai diversi commercianti che desiderano farne conoscere le singole caratteristiche. A caratterizzare le varietà di opale può essere il colore, il disegno creato dalla luce, o semplicemente il luogo d’origine e la roccia da cui è stata estratta. Una delle varietà più pregiate è l’opale nero, che si distingue per il gioco di colori su sfondo nero, grigio o blu scuro, e viene estratta solo in alcune miniere australiane. Molto ricercate sono anche l’opale arlecchino, il cui nome è dovuto alla creazione di effetti iridescenti sotto forma di rombi colorati, e l’opale di fuoco, una pietra traslucida dalle sfumature arancioni e dai lampi di luce di colore verde.

 

Luoghi di origine dell’opale

Oltre il 90 per cento dell’estrazione mondiale di questa pietra avviene in Australia: l’opale australiano è famoso in tutto il mondo per la lucentezza e i colori. Piccoli giacimenti di opale sono presenti anche in Sudamerica, Africa e Stati Uniti. Una curiosità riguardante questa pietra è la rilevazione, da parte delle sonde spaziali, della presenza di strati di opale sulle pareti di alcuni crateri di Marte: una scoperta molto importante, in quanto testimonia la presenza passata di acqua sulla superficie del pianeta. L’estrazione e la pulizia dell’opale vengono effettuati a mano, e la pietra viene tagliata a cabochon e incastonata nei gioielli, o utilizzata per realizzare piccole incisioni e oggetti decorativi. Esiste anche un tipo di opale sintetico, la cui policromia può essere comparata agli esemplari autentici, al punto che la versione sintetica può essere riconosciuta solo con un esame di laboratorio, mentre la luce e la colorazione sono in tutto simili alla pietra naturale.

 

L’opale in cristalloterapia

In merito alla loro capacità di assorbire la luce, le pietre di opale sono considerate benefiche nei riguardi della sfera intellettuale, potenziano la capacità di concentrazione e aiutano a contrastare e superare le emozioni negative. L’opale trasmette un senso di calma e di tranquillità, aiuta a controllare lo stress e a vincere la depressione, potenziando l’autostima e la sicurezza di sé.