Le pietre preziose blu per eccellenza

0
pietre blu

Le gemme blu presenti nel mondo sono veramente numerose e tutte estremamente affascinanti e raffinate. Tuttavia, alcune di queste, pur essendo costose e preziose, risultano sconosciute ai più. Ecco, dunque, alcune delle pietre blu più costose ed interessanti presenti in commercio ed il loro utilizzo.

Le gemme blu più preziose

La pietra preziosa blu per eccellenza è sicuramente lo zaffiro, il cui valore aumenta proprio in base l’intensità del colore ed alla presenza di eventuali sottilissime intrusioni. La tonalità più pregiata è quella definita “blu manto di Madonna”, che appare estremamente vellutata. Assai rari sono anche il diamante blu, che può raggiungere prezzi record in fase di vendita, e lo spinello blu, che può assumere bellissime tonalità profonde.

Tuttavia, è bene ricordare anche la tanzanite, che è stata scoperta solo nel 1963 ed ha un colore blu-viola strepitoso, che ha stregato fin dalla sua comparsa moltissime donne, ma anche la tormalina, che non è facile da trovare e che ha una lucentezza veramente fuori dal comune. Tali pietre estremamente preziose vengono riproposte prevalentemente in gioielli destinati ad occasioni importanti o serali, ovvero quando è concesso osare di più.

Altre meravigliose pietre blu

Tra le pietre preziose blu rientra anche il lapislazzulo, che era molto amato dagli antichi egizi, che lo utilizzavano per i propri ornamenti. Gli esemplari di maggiore pregio sono quelli che presentano il cosiddetto “blu reale”. Accattivante è anche la cianite, che, purtroppo, è ancora poco conosciuta, ma non per questo meno affascinante.

Chi è alla ricerca di un blu assai nitido e luminoso, lo può ritrovare in alcuni esemplari di apatite, che si presenta in diverse sfumature, tutte incredibilmente intriganti. Degni di nota, anche se di un colore meno intenso, sono il topazio blu, lo zircone  e l’acquamarina, che propende verso l’azzurro.

Interessanti, infine, sono anche la fluorite, che si presenta di colore blu-verdastro, nonché la iolite, che, invece, come la tanzanite, tende al viola. La maggior parte delle pietre citate, possono essere utilizzate in tutte le occasioni, purché non venga meno il buon gusto.

Il fascino dei gioielli con pietre blu

Il blu è il colore del mare e del cielo notturno, ovvero di elementi che trasmettono una sensazione di pace, di tranquillità e di silenzio. Il blu, infatti, rappresenta l’armonia e la calma, ed è utile per allontanare ansia e stress. Dunque, indossare gioielli con pietre di queste tonalità può essere utile per donare benessere al corpo ed alla mente.

Tuttavia, il blu lo si ritrova anche in campo nuziale, poiché, secondo la tradizione, le spose, quando si recano all’altare, devono indossare qualcosa di questa tonalità, come ad esempio una spilla, in modo da indicare purezza. Si tratta di un’usanza che affonda le sue radici nella tradizione ebraica, ma che viene rispettata tutt’oggi.

Del resto, il blu è un colore rassicurante e che sta bene con tutto: sia con i look casual, che con quelli eleganti e formali. Ecco, dunque, che scegliere un anello di fidanzamenti di questo colore può risultare una scelta vincente.